L'anima del legno - Festa del Paese

Vai ai contenuti

L'ANIMA DEL LEGNO:
TRA ARTIGIANATO E ARTE
MOSTRA DI OPERE LIGNEE
DI GIANCARLO ROSSI E MARTINO SELLE

8 MAGGIO 2011

Chiesa di S. Giovanni, Buguggiate
Orari: 9.30—13.00 e 14.00—20.00


Il legno: materia viva, vibrante, sensibile, familiare, rappresenta la continuità con la tradizione; con la sua forza ed il suo calore, dà testimonianze vitali di crescita, di ferite da fulmini o da potature, di sofferenze dovute all'aridità o all'umidità; la natura, con fori, venature, screpolature, vi realizza disegni, dai quali l'artista trae l'ispirazione per realizzare l'opera.

Nascono così le sculture ed i bassorilievi di Giancarlo Rossi e Martino Selle: prima c'è “l'anima” di un pezzo di legno, una traccia invisibile, un messaggio, che gli intagliatori percepiscono e sul quale lavorano rigorosamente a mano.

Per entrambi, Giancarlo e Martino, nessuna preparazione artistica specifica, nessun percorso di studi “ad hoc”, solo passione e capacità manuali innate. Sono attualmente pensionati e si occupavano di tutt'altro nella vita (Giancarlo,71 anni, era un macellaio, Martino, 59 anni, lavorava come tipografo).

Giancarlo intaglia legno da sempre, qualsiasi legno, senza alcuna discriminazione (anche pezzi di scarto): le opere esposte sono principalmente statue di dimensioni medie, mirabilmente levigate, con soggetti prevalentemente sacri.
Martino ha invece scoperto in sé questa passione solo dal 2008: utilizza esclusivamente legno di tiglio, che lavora rigorosamente  solo all'aria aperta, e predilige la tecnica del bassorilievo, lasciando intatto il pezzo d'origine, che resta a far da base, quasi a sostenere l'opera, con soggetti prevalentemente sacri.

E' interessante, visitando questa mostra in San Giovanni, osservare e confrontare l'interpretazione che due diverse sensibilità e manualità danno di temi sacri classici, come “La Natività”, “Il Crocefisso”, “La Vergine Maria”, rappresentati dagli artisti di tutti i tempi: la spiritualità è profonda, ma immediata, semplice da recepire, l'originalità e la particolarità di queste opere meritano grande interesse e apprezzamento.

Giancarlo e Martino molto modestamente non si definiscono “artisti”, ma “artigiani del legno”:
a loro un ringraziamento sincero per la disponibilità e la collaborazione.


LA MOSTRA  E' ASSOLUTAMENTE
DA NON PERDERE!


                                                                     Susanna  Martignoni



Torna ai contenuti